News e Comunicazioni

Stasera torna l’Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale promossa da WWF per fermare il cambiamento climatico. Per un’ora, dalle ore 20.30 alle 21.30, saranno lasciati al buio monumenti, luoghi simbolo, sedi istituzionali, uffici, imprese e abitazioni private attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche. Il tema di quest’anno è ‘Change Climate Change – Use your power’, una vera e propria sfida per il futuro di milioni di cittadini, ciascuno chiamato a  promuovere un’azione capace di generare una vera e propria rivoluzione per combattere il cambiamento climatico.

L’evento richiama l’attenzione verso l’allarme lanciato dai grandi centri di ricerca che registrano le temperature globali del pianeta rispetto all’anno appena trascorso. Superando i record di 2005 e 2010, il 2014 è stato registrato come l’anno più caldo sulla Terra a partire dal 1880. Da allora la temperatura media della superficie terrestre è aumentata di 0.8 gradi C. Il cambiamento climatico è una minaccia devastante per gli ecosistemi, la biodiversità, elementi necessari per il nostro benessere e la vita di centinaia di milioni di persone sul pianeta. Per questo, il WWF ricorda che dobbiamo assolutamente fare in modo che l’aumento della temperatura media globale rimanga ben al di sotto di 2°C rispetto all’era preindustriale.

Nel video ufficiale di Earth Hour 2015, insieme ad altre, si riverberano le parole di Obama al Summit sul clima tenutosi a New York a dicembre: “Siamo la prima generazione che ha toccato con mano gli impatti del  cambiamento climatico e la prima che è in grado di affrontarlo”. Occorre dunque, puntare ad avere un accordo significativo ed efficace nel Summit sul Clima che si terrà a dicembre a Parigi; un accordo che segua le indicazioni della comunità scientifica e non i veti incrociati della politica.

WWF Italia

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Stasera torna l\u2019Ora della Terra<\/b>, la pi\u00f9 grande mobilitazione globale promossa da WWF<\/b> per fermare il cambiamento climatico. Per un\u2019ora, dalle ore 20.30 alle 21.30<\/b>, saranno lasciati al buio monumenti, luoghi simbolo, sedi istituzionali, uffici, imprese e abitazioni private attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche. Il tema di quest’anno \u00e8 \u2018Change Climate Change \u2013 Use your power<\/i>\u2019, una vera e propria sfida per il futuro di milioni di cittadini, ciascuno chiamato a  promuovere un\u2019azione capace di generare una vera e propria rivoluzione per combattere il cambiamento climatico.<\/p>

L\u2019evento richiama l\u2019attenzione verso l\u2019allarme lanciato dai grandi centri di ricerca che registrano le temperature<\/b> globali del pianeta rispetto all’anno appena trascorso. Superando i record<\/b> di 2005 e 2010, il 2014 \u00e8 stato registrato come l\u2019anno pi\u00f9 caldo sulla Terra a partire dal 1880. Da allora la temperatura media della superficie terrestre \u00e8 aumentata di 0.8 gradi C. Il cambiamento climatico \u00e8 una minaccia devastante per gli ecosistemi, la biodiversit\u00e0, elementi necessari per il nostro benessere e la vita di centinaia di milioni di persone sul pianeta. Per questo, il WWF ricorda che dobbiamo assolutamente fare in modo che l\u2019aumento della temperatura media globale rimanga ben al di sotto di 2\u00b0C rispetto all’era preindustriale.<\/p>

Nel video ufficiale<\/a> di Earth Hour 2015, insieme ad altre, si riverberano le parole di Obama<\/b> al Summit sul clima tenutosi a New York a dicembre: \u201cSiamo la prima generazione che ha toccato con mano gli impatti del  cambiamento climatico e la prima che \u00e8 in grado di affrontarlo<\/i>\u201d. Occorre dunque, puntare ad avere un accordo significativo ed efficace nel Summit sul Clima che si terr\u00e0 a dicembre a Parigi; un accordo che segua le indicazioni della comunit\u00e0 scientifica e non i veti incrociati della politica.<\/p>

WWF Italia<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

12 agosto 2020

L'Appello del Nostro Presidente per le Famiglie degli Slum

Condividiamo con voi l’appello del nostro presidente, Diego Masi. A Nairobi la situazione della comunità delle baraccopoli è davvero tragica e nonostante il nostro intervento ininterrotto e capillare, moltissime famiglie … Continua

4 agosto 2020

News dal Kenya

Le Conseguenze del Lockdown per le Donne

La pandemia e il lockdown stanno colpendo duramente tutta la popolazione mondiale in termini economici, sanitari e sociali. In tutto il mondo ma soprattutto nei paesi più vulnerabili, donne e … Continua

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

× Come possiamo aiutarti?