News e Comunicazioni

Quando si lavora in una delle discariche più estese d’Africa non è facile aiutare i giovani beneficiari a guardare avanti, a studiare e progettare un futuro migliore, ben oltre i rifiuti.

Proprio per aiutare i bambini lavoratori di Dandora, dal 2013 Alice for Children ha deciso di ampliare i propri progetti in Kenya e di iniziare a sostenere la Claires Primary School, scuola primaria all’interno della baraccopoli di Dandora; obiettivo principale, difendere la parte più debole della popolazione, portando sempre più giovani lavoratori fuori dalla discarica e consegnandoli ad un percorso di scolarizzazione adeguato.

Avviata la scuola primaria, mancava però uno strumento che potesse tenere questi giovani studenti lontani dalla discarica e dalla violenza che la anima anche durante i weekend. È così che ha preso forma il sogno di realizzare una scuola di musica adiacente la discarica.

L’idea iniziale si è tradotta in realtà grazie al prezioso contributo di Fondazione Cariplo e RadioItalia, che hanno creduto nel progetto e deciso di finanziarne la sua realizzazione.

È così che ha preso vita “Alice Slum Music Academy”, l’innovativo programma che prevede la costruzione di una scuola di musica e canto nel cuore della baraccopoli di Dandora, permettendo lo sviluppo di laboratori di arte e creatività a favore di bambini dello slum e l’organizzazione di un grande concerto finale.

I bambini avranno così a disposizione uno spazio ricreativo ed educativo in cui sentirsi al sicuro e a proprio agio, un luogo in cui potersi esprimere liberamente, allontanandosi per qualche ora dalle difficoltà e privazioni quotidiane. A questo scopo verranno attivati laboratori di musica e canto che sfoceranno ad aprile 2016 in un grande concerto a beneficio dell’intera comunità locale, una performance unica nel suo genere che evidenzierà il ruolo della musica come potente equalizzatore sociale.

Il progetto, approvato e finanziato in Italia, ha trovato un significativo riscontro in Kenya. Thomas Amunga, Preside della Claires Community Center, ha accolto con entusiasmo l’incarico di gestire lo sviluppo del progetto in loco. «I strongly believe in this project – ha dichiarato il preside – because is one of its kind in the history of Dandora. Slum children have now found a safe place to spend their free time away from the dumb site. Creative skills and music learnt during training is going to break the poverty cycle and change the mentality of such families from immoral and criminal activities to constructive  and productive ideas that will translate into better future. This project is bringing out hidden talents wasted on the dumb site».

Questo progetto, per riprendere le significative dichiarazioni di Thomas Amunga, ci permetterà di salvare dalla discarica i talenti altrimenti sprecati di questi bambini, riconsegnando loro il diritto al gioco e alla spensieratezza.

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:4,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Quando si lavora in una delle discariche pi\u00f9 estese d\u2019Africa<\/a><\/b> non \u00e8 facile aiutare i giovani beneficiari a guardare avanti, a studiare e progettare un futuro migliore, ben oltre i rifiuti.

Proprio per aiutare i bambini lavoratori<\/b><\/a> di Dandora, dal 2013 Alice for Children ha deciso di ampliare i propri progetti in Kenya e di iniziare a sostenere la Claires Primary School, scuola primaria all\u2019interno della baraccopoli di Dandora<\/a><\/b>; obiettivo principale, difendere la parte pi\u00f9 debole della popolazione, portando sempre pi\u00f9 giovani lavoratori fuori dalla discarica e consegnandoli ad un percorso di scolarizzazione adeguato.

Avviata la scuola primaria, mancava per\u00f2 uno strumento che potesse tenere questi giovani studenti lontani dalla discarica e dalla violenza che la anima anche durante i weekend. \u00c8 cos\u00ec che ha preso forma il sogno di realizzare una scuola di musica <\/b>adiacente la discarica.

L\u2019idea iniziale si \u00e8 tradotta in realt\u00e0 grazie al prezioso contributo di Fondazione Cariplo<\/a><\/b> e RadioItalia<\/a><\/b>, che hanno creduto nel progetto e deciso di finanziarne la sua realizzazione.

\u00c8 cos\u00ec che ha preso vita \u201cAlice Slum Music Academy<\/b>\u201d, l\u2019innovativo programma che prevede la costruzione di una scuola di musica e canto nel cuore della baraccopoli di Dandora<\/b>, permettendo lo sviluppo di laboratori di arte e creativit\u00e0 a favore di bambini dello slum e l’organizzazione di un grande concerto finale.

I bambini avranno cos\u00ec a disposizione uno spazio ricreativo ed educativo in cui sentirsi al sicuro e a proprio agio, un luogo in cui potersi esprimere liberamente, allontanandosi per qualche ora dalle difficolt\u00e0 e privazioni quotidiane. A questo scopo verranno attivati laboratori di musica e canto che sfoceranno ad aprile 2016 in un grande concerto a beneficio dell\u2019intera comunit\u00e0 locale, una performance unica nel suo genere che evidenzier\u00e0 il ruolo della musica<\/b> come potente equalizzatore sociale<\/b>.

Il progetto, approvato e finanziato in Italia, ha trovato un significativo riscontro in Kenya. Thomas Amunga<\/b>, Preside della Claires Community Center, ha accolto con entusiasmo l\u2019incarico di gestire lo sviluppo del progetto in loco. \u00abI strongly believe in this project \u2013 ha dichiarato il preside – because is one of its kind in the history of Dandora. Slum children have now found a safe place to spend their free time away from the dumb site. Creative skills and music learnt during training is going to break the poverty <\/b>cycle and change the mentality of such families from immoral and criminal activities to constructive  and productive ideas that will translate into better future<\/a><\/b>. This project is bringing out hidden talents wasted on the dumb site\u00bb.

Questo progetto, per riprendere le significative dichiarazioni di Thomas Amunga, ci permetter\u00e0 di salvare dalla discarica i talenti altrimenti sprecati di questi bambini, riconsegnando loro il diritto al gioco e alla spensieratezza.
<\/p>\n”,”class”:””},{“id”:”3″,”block”:”video”,”url”:”https:\/\/www.youtube.com\/watch?v=V6cgFrKZdQw”,”class”:””,”ratio”:”16:9″,”scale”:”default”,”size”:{“width”:500,”height”:281}}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

12 dicembre 2019

Il Giving Tuesday e il #RegaloPiùBello

Se ci seguite sui social e se ricevete le nostre comunicazioni, vi sarete imbattuti ultimamente in alcune nostre iniziative di raccolta fondi legate al Giving Tuesday. Ma perché questo martedì … Continua

27 novembre 2019

AIFA

22 Novembre 2019: una Giornata Davvero Speciale!

Nella giornata di venerdì 22 novembre, gli studenti della nostra Alice Italian Food Academy hanno gareggiato per aggiudicarsi il Premio Ricette di Bontà 2019 del Cucchiaio d’Argento e hanno ricevuto … Continua

4 novembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Irene

Le scorse settimane vi abbiamo parlato di due nostri studenti di Alice Italian Food Academy, Brian e Rodgers. Oggi vi presentiamo una ragazza davvero in gamba, che sta stupendo tutti … Continua