News e Comunicazioni

Il 1° settembre la Corte suprema del Kenya ha annullato le elezioni presidenziali dell’8 agosto, dopo le denunce fatte da Raila Odinga, candidato del NASA, uscito sconfitto a favore di Urhuru Kenyatta, leader del Jubilee party, governo uscente. Un gesto clamoroso che ha portato nella data di oggi nuove elezioni.

Alla vigilia del nuovo voto per le presidenziali, il leader dell’opposizione Raila Odinga ha rinnovato l’appello ai suoi sostenitori affinché non partecipino “in alcun modo” a quelle che ha definito elezioni “farsa”.

Boicottare il voto

Nel suo discorso a Uhuru Park, nella capitale Nairobi, Odinga ha dichiarato che la Super alleanza nazionale (Nasa) dell’opposizione deve ora trasformarsi in un “movimento di resistenza”, chiedendo allo stesso tempo una “mobilitazione civile” e il boicottaggio delle aziende alleate del governo. Il leader dell’opposizione ha poi annunciato che chiederà lo svolgimento di nuove elezioni entro i prossimi 90 giorni.

Ripetizione delle elezioni

Odinga ha ritirato la scorsa settimana la sua candidatura alla ripetizione delle elezioni presidenziali, indette dopo che la Corte suprema aveva annullato quelle precedenti parlando di brogli e irregolarità. Era stato proprio Odinga a chiedere l’annullamento delle elezioni dell’8 agosto, che erano state vinte dal presidente uscente Uhuru Kenyatta con il 54% dei voti. Odinga si è ritirato dalle elezioni per costringere il comitato elettorale ad annullarle e dare tempo di fare le riforme che servono per garantire un voto davvero libero e democratico.

Affluenza alle urne

Rispetto alle elezioni di agosto l’affluenza alle urne alle 14 risulta nettamente più bassa, soprattutto nelle roccaforti del NASA alliance. Alcuni seggi sono rimasti deserti, almeno fino alle 14.

Fonti: http://www.rainews.it/

Per saperne di più: Cronistoria Elezioni in Kenya

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

17 febbraio 2021

News dal Kenya

In Campo contro il Lavoro Minorile

Lavoro minorile: il fenomeno a livello globale ed in Kenya   Secondo i dati dell’OIL (Organizzazione Internazionale del Lavoro) pubblicati nel 2020, un bambino nel mondo su 10 è coinvolto … Continua

12 febbraio 2021

Combattere il Period Poverty per difendere l'uguaglianza

La parità di genere è uno degli obiettivi fondamentali indicati dalle Nazioni Unite da raggiungere entro il 2030 (Sustainable Development Goals). Tuttavia, in molti paesi la parità di genere resta … Continua

5 febbraio 2021

In campo contro le mutilazioni genitali femminili

Domani, 6 febbraio si celebrerà la Giornata internazionale della tolleranza zero per le mutilazioni genitali femminili; istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni, ha l’obiettivo di promuovere campagne di sensibilizzazione e azioni … Continua

× Come possiamo aiutarti?