News e Comunicazioni

Come vi abbiamo raccontato la scorsa settimana, purtroppo il diffondersi del COVID-19 in Kenya (i numeri ufficiali dei contagiati sono al momento appena sopra il centinaio) e le conseguenti misure intraprese dal governo hanno iniziato già ad avere delle conseguenze negative per la popolazione e, in particolare, per i bambini e le famiglie che sosteniamo.

Il piano che avevamo inizialmente elaborato per poter assistere i nostri beneficiari dal punto di vista medico purtroppo si è scontrato con i rigidi provvedimenti del governo, che impediscono alla popolazione di lasciare la propria abitazione.

Come faremo a visitare e curare i bambini senza che possano uscire di casa?

 

GLI OSPEDALI GOVERNATIVI

Grazie al lavoro tempestivo e accurato del nostro staff locale, siamo riusciti a entrare in contatto e a stipulare un accordo di collaborazione con due ospedali governativi: il Korogocho Health Centre e il Dandora 2 Health Centre. Si tratta di due punti di riferimento sanitario già noti alla comunità delle baraccopoli e raggiungibili in caso di emergenze di bambini non sostenuti dal nostro programma di adozione a distanza.

La collaborazione con questi due ospedali ci dà l’“autorità” necessaria per muoverci all’interno delle baraccopoli e di visitare a domicilio i nostri bambini e le loro famiglie. In questo periodo infatti, a causa dei provvedimenti del governo, come associazione non siamo autorizzati a recarci a casa dei nostri beneficiari, se non muniti dell’autorizzazione e del supporto dei due ospedali.

Purtroppo in queste strutture governative medicinali, strumenti e risorse scarseggiano già in una situazione di normalità. Saremo noi a fornire ai due ospedali gli strumenti necessari per prevenire ed eventualmente affrontare il contagio.

 

IL NOSTRO PIANO DI PREVENZIONE PER LA SALUTE

Grazie ai fondi raccolti in questi giorni, potremo:

  • acquistare farmaci essenziali, come paracetamolo, aspirine, antipiretici, ecc…
  • comprare e distribuire nuove mascherine, sapone liquido, disinfettante per le mani e altro materiale necessario per prevenire il contagio
  • munirci di termometri e fonendoscopi
  • assumere un’infermiera che insieme a un membro dello staff si recherà a casa dei bambini per misurare la febbre e controllare il respiro
  • continuare a occuparci dei malati cronici e intervenire tempestivamente in caso di sintomi riconducibili al COVID-19

L’impegno economico che la nostra associazione sta sostenendo e dovrà sostenere in questi mesi durissimi è molto alto e ovviamente inaspettato. Ma non smetteremo di lavorare per supportare questi bambini e le loro famiglie, soprattutto in questo momento così difficile in cui siamo TUTTI parte della stessa umanità!

Se volete aiutarci, cliccate qui.

GRAZIE DI CUORE!

 

(il Dandora 2 Health Centre)

btr
Condividi su

Potrebbe anche interessarti

20 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Un viaggio nella baraccopoli di Korogocho

La baraccopoli di Korogocho è una tra le più grandi e popolose di Nairobi. È qui che siamo approdati più di dieci anni fa nel nostro primo viaggio alla scoperta … Continua

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

10 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Alla Scoperta di Rombo con Alessandra

“Tanti di loro erano scalzi, la divisa era ormai logorata dal tempo, ma i loro sorrisi e gli occhi illuminati da una luce che solo la savana e le distese … Continua

× Come possiamo aiutarti?