News e Comunicazioni

La famiglia di Lovline (che tutti chiamano “Mama Hope”) e Washington vive nella baraccopoli di Korogocho ed è composta da otto persone. In questo momento i due genitori non riescono a dare da mangiare ai loro bambini!

In breve:

  1. La famiglia di Washington e Lovline ha affrontato povertà, malattie, incidenti e molto altro. Ma adesso la loro situazione è ancora più drammatica: Washington ha perso il suo lavoro di falegname a causa del lockdown e Lovline non riesce a vendere abbastanza verdura per provvedere al sostentamento della famiglia.
  2. Negli slum la disoccupazione è alle stelle, il lockdown è ancora in vigore e i bambini di Washington e Lovline rischiano ogni giorno di non poter mangiare.
  3. Il nostro programma di sostegno alla comunità si pone l’obiettivo di sostenere queste famiglie ma per farlo abbiamo bisogno urgentemente di nuovi sostenitori che credano e sostengano il nostro progetto.

 

Bramwel, Hope, Lorenza, Vaneca, Patience e Janny sono i sei bambini di Washington e Lovline.

Tutti, tranne la più piccola Janny, frequentano la scuola primaria.

I più grandi Bramwell e Hope sono sostenuti da due nostri splendidi genitori a distanza, che hanno fatto e stanno facendo la differenza per questi bambini e i loro genitori: senza il loro aiuto, le conseguenze del lockdown sarebbero state fatali per questa famiglia, soprattutto per il piccolo Hope.

Hope ha dieci anni e soffre di anemia falciforme, una malattia cronica che lo costringe a seguire una terapia specifica che comporta visite frequenti e continue trasfusioni di sangue. Frequentava la nostra scuola primaria solo da un anno quando è stato vittima di un incidente stradale che ha messo a repentaglio la sua vita. I medici che lo hanno soccorso d’urgenza hanno constatato che Hope aveva subito un ictus, causato dall’anemia falciforme, di cui il bambino e la sua famiglia non sapevano fosse affetto. La malattia ha causato una paralisi del lato sinistro del corpo e Hope ha dovuto sottoporsi a svariate operazioni e trasfusioni di sangue. Quando è tornato a casa, ha dovuto seguire terapie fisioterapiche e logopediche ed è riuscito a riprendere gli studi solo grazie all’aiuto di un’insegnante di sostegno.

A oggi sono più di cinque mesi che Hope e i suoi fratelli non possono frequentare la scuola, che rimarrà chiusa fino al prossimo gennaio.

Grazie al nostro Prevention Plan abbiamo potuto raggiungere la famiglia di Lovline e Washington nella loro baracca e consegnare cibo per tutti e medicine per Hope, ma sul lungo termine il piano di prevenzione non è sufficiente per aiutare questa famiglia a uscire dall’indigenza assoluta.

Vuoi diventare sostenitore del nostro programma di sostegno alla comunità e alle famiglie?

Clicca qui!

 

Vuoi saperne di più? Scrivici e ti ricontattiamo noi!

sostieni@aliceforchildren.it 

 

 

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

24 gennaio 2021

24 Gennaio: Giornata Internazionale dell'Educazione

L’Art. 28 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza protegge il diritto all’istruzione per tutti i bambini del mondo.   Rende obbligatoria l’istruzione primaria. Obbligo non solo per gli alunni … Continua

20 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Un viaggio nella baraccopoli di Korogocho

La baraccopoli di Korogocho è una tra le più grandi e popolose di Nairobi. È qui che siamo approdati più di dieci anni fa nel nostro primo viaggio alla scoperta … Continua

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

× Come possiamo aiutarti?